Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Cybersecurity, con i nuovi ransomware più rischi per i Mac

I dati dell’Internet security report di WatchGuard sul primo trimestre 2019: in aumento anche i documenti malevoli per Office e gli exploit di applicazioni web. Corey Nachreiner: “Per proteggersi serve una piattaforma di sicurezza unificata”

26 Giu 2019

A. S.

Nel primo trimestre del 2019 i malware sono aumentati del 62% rispetto all’ultimo quarto del 2018, con tecniche d’attacco sempre più complesse e diversificate a seconda degli obiettivi. Tra questi documenti Microsoft Office malevoli, malware appositamente progettati per attaccare Mac ed exploit di applicazioni web. E’ quanto emerge dall’ultimo aggiornamento dell’Internet security report realizzato da WatchGuard Technologies, società specializzata nella fornitura di soluzioni di intelligence e sicurezza delle reti, Wi-Fi sicuro e autenticazione multi-fattore.

“I principali risultati di questo ultimo rapporto  – afferma Corey Nachreiner, chief technology officer di WatchGuard Technologies – confermano l’importanza di una protezione di sicurezza a più livelli nel panorama delle minacce avanzate di oggi. Che si tratti di filtraggio a livello Dns per bloccare le connessioni a siti Web malevoli e tentativi di phishing, servizi di prevenzione delle intrusioni per scongiurare attacchi di applicazioni Web, o l’autenticazione multi-fattore per prevenire attacchi che sfruttano credenziali compromesse – è chiaro che i moderni criminali informatici stanno sfruttando una serie di diversi metodi di attacco e il modo migliore per proteggere le organizzazioni è utilizzare una piattaforma di sicurezza unificata che offre una gamma completa di servizi di sicurezza”.

Dallo studio, più nel particolare, emerge – oltre all’aumento progressivo degli attacchi tramite documento Office compromessi, anche la crescita dei malware per Mac, che erano entrati nella top ten dei rischi stilata da WatchGaurd soltanto nell’ultimo trimestre 2018. “Questa crescita del malware per Mac – spiega WatchGuard in una nota – sminuisce ulteriormente il mito che i Mac siano immuni da virus e malware, e rafforza l’importanza della protezione avanzata dalle minacce per tutti i dispositivi e i sistemi”.

Dalla ricerca emerge inoltre che nonostante il volume complessivo degli attacchi alla rete sia diminuito nel primo trimestre, gli attacchi alle applicazioni web sono cresciuti in modo significativo

L’Internet Security Report di WatchGuard è basato sui dati in forma anonima provenienti dai Firebox Feed di un sottoinsieme di appliance WatchGuard UTM attive i cui proprietari hanno acconsentito alla condivisione dei dati per supportare gli sforzi di ricerca del Threat Lab di WatchGuard. Oggi, 42.372 appliance in tutto il mondo contribuiscono al pool di dati dell’Internet Security Report. In totale, queste appliance hanno bloccato più di 23.884.979 varianti di malware, ad una velocità di 564 sample bloccati per dispositivo. Inoltre, queste appliance Firebox hanno impedito 989.759 attacchi di rete (23 per dispositivo).

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5