Utility

Telecontrollo: Kaspersky protegge la rete elettrica di Alperia in Alto Adige

Il provider di energia Alperia ha scelto l’azienda di sicurezza informatica Kaspersky per proteggere i propri sistemi di telecontrollo dedicati alle centrali di produzione e alla rete di distribuzione preposta all’erogazione di energia elettrica per 280 mila utenti nell’Alto Adige

10 Lug 2020

Claudia Costa

L’azienda di sicurezza informatica Kaspersky è scelta dal provider di energia Alperia per proteggere i sistemi di telecontrollo dedicati alle centrali di produzione e alla rete di distribuzione preposta all’erogazione di energia elettrica per 280 mila utenti in Alto Adige. La scelta di implementare Kaspersky Industrial CyberSecurity (KICS) for Nodes è stata dettata dall’esigenza di disporre di un sistema di sicurezza evoluto contro gli attacchi informatici dedicata all’ambiente OT, che offrisse la massima protezione senza rischi di interruzione del funzionamento di macchine fondamentali per la fornitura dei servizi. Dopo aver superato diversi stress test e aver verificato che il nuovo sistema non rilevasse eventuali falsi positivi e non avesse delle interazioni che potessero rallentare gli applicativi e bloccare alcuni servizi fondamentali, KICS è stato implementato e reso operativo su circa 40 server di Alperia.

“L’aumento dei dispositivi connessi e la crescente digitalizzazione delle infrastrutture delle reti di pubblica utilità, porta con sé tante opportunità, ma anche un aumento esponenziale dei rischi. Gli incidenti informatici a livello industriale sono tra quelli più pericolosi, perché possono determinare interruzioni nella produzione e causare perdite economiche. Soprattutto quando l’incidente si verifica in settori critici e vitali, come quello dell’energia. Continueremo a lavorare per fornire soluzioni di sicurezza informatica su misura che tengano conto delle esigenze aziendali in continua evoluzione di ogni industria” ha dichiarato Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky.

A questo link trovate il resoconto completo della case study.

Kaspersky protegge le infrastrutture industriali critiche dai cyberattack

Questa soluzione è progettata per la protezione dei diversi livelli delle infrastrutture industriali, fra cui i sistemi di automazione SCADA, DCS, PLC, MES, postazioni di engineering e connessioni di rete. Una caratteristica è l’implementazione di un approccio olistico per garantire la sicurezza informatica delle imprese industriali e delle infrastrutture critiche. Versatile e flessibile, la soluzione può essere configurata a seconda delle esigenze, adattandosi ai requisiti dell’ambiente ICS specifico. Questo approccio prevede non solo la protezione degli endpoint industriali, ma anche l’uso di tecnologie di monitoraggio passivo per identificare le anomalie e rilevare possibili intrusioni nella rete.

“L’idea di avere una task force con i tecnici di Kaspersky a disposizione in azienda ci ha permesso di personalizzare il prodotto e cucirlo su misura sulla nostra realtà. Stiamo prendendo in considerazione l’idea di fare un contratto di service con Kaspersky che vada oltre l’assistenza sul prodotto e si configuri come una fornitura di consulenza su tutto il perimetro della rete”, ha aggiunto Sandro Moretti, Division Manager Teleconduction & Telecommunication di Alperia.

WHITEPAPER
Chief operating officer: come bilanciare sicurezza informatica e responsabilità operative
Sicurezza
Cybersecurity

Immagine fornita da Shutterstock.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5