Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Integrazione

Cisco, protezione integrata per superare la complessità degli ambienti multi-vendor

“Le sfide legate alla complessità sono state un problema per molti anni. In Cisco, ci focalizziamo su questo aspetto aiutando le aziende ad adottare un approccio alla sicurezza che semplifica le loro attività con prodotti e servizi in forma integrata, offrendo un ambiente complessivamente più sicuro” Jeff Reed, SVP, Product, Security Business Group, Cisco

22 Nov 2019

Per i CISO, risulta sempre più complesso gestire ambienti multi-vendor. Secondo il Cisco CISO Benchmark Study di quest’anno, il 79% dei professionisti della sicurezza intervistati, trova molto difficile e impegnativo rispondere alle minacce informatiche in ambienti multi-vendor (rispetto al 74% del 2018) e il 48% degli intervistati passa il tempo tentando di porre rimedio ad un problema invece che semplificare l’analisi o applicare patch.

Per ridurre la complessità, Cisco Security ha introdotto innovazioni alle funzionalità della piattaforma nell’ambito del policy management, analytics e threat response, fornendo in questo modo ai CISO una semplificazione dei loro ambienti, una migliore e più rapida protezione e rimedio alle minacce e una verifica continua dei livelli di sicurezza.

“Le sfide legate alla complessità sono state un problema per molti anni. In Cisco, ci focalizziamo su questo aspetto aiutando i nostri clienti ad adottare un approccio alla sicurezza che possa semplificare le loro attività di sicurezza con prodotti e servizi che lavorano all’unisono, offrendo un ambiente più sicuro”, ha dichiarato Jeff Reed, SVP, Product, Security Business Group, Cisco. “Siamo costantemente impegnati nel fornire ai clienti nuovi strumenti per risolvere i loro problemi di sicurezza”.

Funzionalità di rilevamento e risoluzione più rapide e semplici

Otre 6.700 clienti stanno riducendo i tempi di “detection&response” alle minacce grazie a diverse tecnologie di sicurezza integrate in Cisco Threat Response come ad esempio nell’ambito della Factory security. Da oggi sarà presente anche l’integrazione con Cisco Stealthwatch, una soluzione per l’analisi del traffico di rete che rileva nuovi attacchi, e blocca la diffusione delle violazioni e la sottrazione di dati.

I clienti possono così semplificare l’attività di ricerca e analisi delle minacce, contenendole più rapidamente grazie a nuove funzionalità avanzate per gli endpoint integrate nella soluzione AMP for Endpoints. Inoltre, possono isolare un dispositivo endpoint compromesso mentre pongono rimedio a un incidente di sicurezza o risolvono un ticket IT. Grazie a funzionalità di ricerca avanzata, i clienti hanno tutti i dati per ottenere risposte in tempi rapidi e, non ultimo, ridurre i costi che può comportare una violazione.

L’adozione sicura del cloud

I clienti potranno beneficiare di funzionalità di sicurezza cloud inclusa la protezione DNS-layer, gateway web, sicurezza firewall fornita via cloud, funzionalità CASB e di threat intelligence interattiva; il tutto grazie al pacchetto Cisco Umbrella Secure Internet Gateway (SIG) Essentials. Tutti i pacchetti disponibili permettono alle aziende di integrare facilmente Umbrella e Cisco SD-WAN con il routing Anycast, in modo da proteggere le proprie reti e gli accessi diretti a Internet con un uptime del 100%.

Progettare il futuro con un modello di sicurezza Zero Trust

Cisco è stata recentemente nominata Leader nel report The Forrester Wave: Zero Trust eXtended Ecosystem Platform Providers, Q4 2019, ricevendo il punteggio più alto nelle categorie strategia ZTX, sicurezza di rete, sicurezza delle persone/dipendenti, sicurezza dei dispositivi, visibilità e analytics, gestione e usabilità. Come sottolineato da Forrester, Cisco “eccelle con il proprio modello Zero Trust, con un’attenzione innovativa e mirata” ed è “player di spicco nel panorama Zero Trust”.

I clienti beneficeranno dell’integrazione di diverse soluzioni come ad esempio di Duo MFA and AMP for Endpoints, attualmente in versione beta, che permette di proteggersi da dispositivi vulnerabili o potenzialmente compromessi con un’applicazione automatica e adattiva delle policy.

Nuovi servizi di sicurezza

Grazie a una combinazione di funzionalità di IRR (incident response and retainers) disponibili con Cisco Talos Incident Response, i clienti hanno maggior accesso ad attività di threat intelligence in modo da elaborare piani di risposta, esercizi per verificare la prontezza e le risposte in caso di emergenza.

La combinazione dell’approccio integrato alla sicurezza e di un team di esperti in cybersicurezza, permettono a Cisco di fornire servizi MDR (Managed Detection and Response) che consentono ai clienti di ottenere il massimo dai propri investimenti e di tenere il passo con le minacce attuali e con una superficie di attacco in rapida espansione nel cloud, nella rete e negli endpoint.

Immagine fornita da Shutterstock.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5