Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Edifici intelligenti

Smart buildings, ecco come ridurre i rischi migliorando efficienza e controllo

La suite di soluzioni Honeywell consente – anche grazie alla data analysys – di mettere a punto soluzioni personalizzate per ottimizzare le attività e le misure di sicurezza quotidiana. Con un occhio di riguardo per la cybersecurity

17 Set 2019

A. S.

Una suite di soluzioni per aiutare a migliorare l’efficienza e la supervisione degli smart building, semplificando le funzioni complesse e generando un risparmio per tutta l’azienda. A metterla a punto è Honeywell, grazie alla nuova generazione di Enterprise Building Integration (Ebi), Command and Control Suite (Ccs) e Digital Video Manager (Dvm), abilitate dalla piattaforma Honeywell Forge for Buildings.

In parallelo, la multinazionale statunitense sta lanciando anche un portafoglio di soluzioni avanzate per la cybersecurity, per aiutare le aziende a proteggersi dal crescente rischio di attacchi inaspettati ai dati, sistemi di rete e infrastrutture.

“Affinché gli edifici siano ancora più intelligenti, efficienti ed efficaci, deve esserci un sistema operativo che funzioni per migliorare costantemente la gestione delle risorse – afferma Mark Verheyden, presidente di Honeywell Building Solutions – Questi sistemi aiutano a proteggere le persone, migliorano l’esperienza degli occupanti all’interno dell’edificio e proteggono i dati e i processi che guidano le operazioni. La salute generale dell’ecosistema dell’edificio può avere un impatto sul successo del business, proprio come il talento e l’esperienza. I nostri team di building operation supportano i clienti nell’affrontare le sfide legate all’utilizzo delle strutture e alle infrastrutture critiche”.

Tra le caratteristiche delle nuove soluzioni c’è quella di sfruttare la connettività IoT, i sistemi interoperabili e la condivisione di dati, ma anche i flussi di lavoro adattivi che aiutano a trasformare gli input e le informazioni in risultati perseguibili.

Tra le novità Ebi R600, un sistema di gestione degli edifici che aiuta a connettere, monitorare, gestire le funzioni chiave dell’edificio, dal comfort alla security e safety, e contribuisce a ridurre i costi di capitale iniziali. Dvm R700 è invece il sistema di sorveglianza digitale avanzato che offre una visione dettagliata delle operazioni e una protezione integrata a livello aziendale, mentre Ccs R300 è un’applicazione di visualizzazione delle strutture dotata di un’interfaccia intuitiva che comunica al personale dell’edificio i dati attraverso funzionalità avanzate di navigazione e modifica delle mappe.

“I clienti che gestiscono edifici commerciali e infrastrutture critiche hanno spesso l’esigenza di raggiungere risultati simili per le loro strutture: operazioni semplificate, riduzione dei costi, miglioramento della sicurezza – conclude Verheyden – Gli sforzi per ottenere questi obiettivi differiscono notevolmente, ad esempio, per un ospedale o un aeroporto. All’interno della nostra piattaforma integrata di offerte i team operativi possono personalizzare i servizi, con lo scopo di contribuire a soddisfare necessità specifiche attraverso nuove modalità multifinestra e opzioni interattive a portata di mano”.

A queste soluzoni si affiancano quelle per la sicurezza informatica, che comprendono il Cybersecurity Assessment per gli edifici, la progettazione e configurazione sicure, dispositivi e software per la sicurezza informatica, il monitoraggio e la gestione remota della sicurezza informatica e la prontezza e consulenza in caso di incidenti.

“L’aumento della connettività dei sistemi OT generalmente migliora la sicurezza e promuove la visibilità, consentendo di riconoscere in modo più efficiente problemi di sicurezza precedentemente non identificati – aggiunge David Trice, vicepresidente e general manager di Honeywell Connected Enterprise, Buildings – È un approccio più proattivo al monitoraggio e alla manutenzione dei sistemi che deve essere intrapreso: i giorni in cui i sistemi OT non venivano gestiti, non avevano patch e non venivano monitorati sono finiti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5