Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Report

La classifica degli enterprise risk per il 2019

Il ruolo del digitale e dei Big data nell’indagine annuale del Poole College of Management della North Carolina State University, in collaborazione con la società di consulenza globale Protiviti sui principali rischi in vista del 2019 secondo i dirigenti di organizzazioni in tutto il mondo nei settori pubblico e privato

09 Gen 2019

Claudia Costa

L’indagine annuale del Poole College of Management della North Carolina State University, in collaborazione con la società di consulenza globale Protiviti, 2019 Executive Perspectives on Top Risks, mette in evidenza i principali rischi in vista del 2019 secondo i dirigenti di organizzazioni in tutto il mondo nei settori pubblico e privato.

Agli intervistati è stato chiesto di valutare 30 diversi rischi che coinvolgono questioni macroeconomiche, strategiche e operative.

Il sondaggio fornisce approfondimenti dettagliati suddivisi per dimensione e tipo di azienda, ruolo degli intervistati, industria e area geografica.

Ambiente aziendale più rischioso

825 membri del consiglio di amministrazione e dirigenti vedono il contesto economico globale un po’ più rischioso nel 2019 rispetto agli anni precedenti. I risultati suggeriscono inoltre che le società probabilmente aumenteranno gli investimenti per rafforzare l’identificazione dei rischi e gli sforzi di gestione nei prossimi dodici mesi.
(Per maggiori informazioni sulla ricerca vai qui)

“L’aumento percepito nell’entità e nella gravità dei rischi nel panorama in continua evoluzione dovrebbe spingere i consigli di amministrazione e gli alti dirigenti ad esaminare attentamente gli approcci per affrontare in modo pro-attivo i rischi emergenti”, ha affermato Mark Beasley, professore di Enterprise Risk Management e direttore di NC Iniziativa ERM dello Stato. “I consigli di amministrazione e i team di gestione esecutiva non possono permettersi di gestire i rischi casualmente su base reattiva, soprattutto considerando il ritmo rapido dell’innovazione dirompente e gli sviluppi tecnologici in un mondo digitale in continuo progresso”.

Top 10 Risks

In particolare, i board members e C-suite exectives sono maggiormente preoccupati per la digital readiness delle loro organizzazioni e quindi la capacità di trasformare le proprie operazioni e infrastrutture di modo da competere con le organizzazioni “nate digitali”.

Il rischio legato alla capacità di attrarre e trattenere i talenti sono passati al secondo posto, innescati da un inasprimento del mercato del lavoro e da un crescente bisogno di conoscenze digitali specializzate e di competenze in materia. Le modifiche normative e il controllo approfondito continuano a loro volta a rappresentare un’importante fonte di incertezza.

Le preoccupazioni relative alle condizioni economiche sono state escluse dalla top ten dei rischi per la prima volta in questo studio.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5