La soluzione

Tpl, in Friuli-Venezia Giulia contapersone sui bus per contenere i rischi

Il sistema per monitorare il numero di passeggeri a bordo dei mezzi urbani ed extraurbani è stato realizzato da Eurotech, e consente di gestire in automatico la capienza secondo le disposizioni di sicurezza per il Covid-19

13 Mag 2020

A. S.

Ridurre al minimo il rischio di contagi da Covid-19 a bordo dei mezzi di trasporto delle linee urbane ed extraurbane del Friuli-Venezia Giulia. E’ l’obiettivo dei conta-passeggeri automatici basati sull’IoT prodotti da Eurotech e già installati sui bus della Regione. L’operazione ha coinvolto negli ultimi anni le flotte dei principali operatori di trasporto regionali tra cui Saf, Trieste Trasporti, Atap e Atp, che avevano organizzato l’installazione dei sistemi per adeguarsi alle disposizioni di legge e per migliorare la gestione delle flotte e dei servizi di bordo per gli utenti. 

9 giugno live streaming
Industry 4.0: quali strumenti e strategie adottare per competere nel prossimo futuro
Digital Transformation
IoT

“Grazie alla nostra soluzione di conteggio dei passeggeri, le Tpl regionali possono portarsi di sistemi di bordo all’avanguardia che permettono di monitorare il numero di passeggeri in tempo reale, per una migliore gestione delle flotte, adattando i mezzi disponibili in base alle effettive necessità, come ha fatto la regione Friuli-Venezia Giulia – spiega Roberto Siagri, Ad di Eurotech – inoltre, data al situazione contingente dovuta al diffondersi del Coronavirus, risulta ancora più importante tenere traccia del numero di persone che si spostano tramite i mezzi pubblici ed evitare eventuali sovraffollamenti”. Potendo controllare in tempo reale la situazione, infatti, le aziende di trasporto potranno intervenire per mantenere il distanziamento sociale, ad esempio contingentando la salita a bordo oppure raddoppiando il servizio dove necessario. 

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

R
Roberto Siagri

Aziende

E
eurotech

Approfondimenti

C
coronavirus
C
covid-19

Articolo 1 di 5