Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Evento

LUMI Expo 2019: a Bologna si parla di innovazione tecnologica e digital transformation

Il 21 e 22 novembre, BolognaFiere ospita la mostra-convegno dedicata alle tecnologie innovative per l’ambiente costruito, in qualità di soluzioni integrate sicure, responsive ed efficienti in grado di migliorare la vita dell’uomo all’interno degli Smart Spaces, dallo Smart Building alla Smart City

25 Ott 2019

Con oggetti sempre più “smart” in grado di connettersi e comunicare tra di loro, nuovi scenari si delineano sia per chi vive gli ambienti indoor e le città, sia per chi questi spazi li progetta, li realizza e li gestisce. Le auto e le strade diventano più connesse; gli edifici possono “parlare” alla rete offrendo sistemi di monitoraggio energetico più efficaci; le città offrono nuovi servizi ai cittadini, dallo smart parking (parcheggio intelligente) alla gestione automatizzata dei rifiuti, dall’illuminazione intelligente a sistemi di controllo e previsione di eventi sismici o altri fenomeni naturali. Allo stesso tempo, sicurezza e privacy, come sostenibilità ambientale e utilizzo di risorse, ma anche la potenziale sostituzione dell’essere umano sono quesiti problematici ancora aperti e molto complessi da gestire.

Il prossimo 21 e 22 novembre a BolognaFiere, LUMI Expo 2019 accoglie in una mostra-convegno tutte le novità tecnologiche e le soluzioni innovative legate agli spazi della vita umana, dall’edificio 4.0 alla città intelligente, offrendo momenti di formazione verticale con aggiornamenti relativi a normative e tecnologie, aree dimostrative che raccontano la tecnologia applicata come le prospettive di evoluzione, ma anche momenti di networking e aggregazione pensati per il dialogo e la collaborazione tra professionisti. L’evento affronterà tematiche molto complesse con un approccio volto alla semplificazione e al chiarimento, esplorando i diversi campi applicativi dell’innovazione tecnologica per l’ambiente costruito, evidenziandone le potenzialità di crescita e sviluppo.

Nella lista dei convegni e talk-show di LUMI Expo 2019, si inseriscono anche due interventi organizzati dal Gruppo Digital360. Gli appuntamenti sono previsti nella giornata di giovedì 21 novembre: alle 12.00 “IoT e BigData per il RiskManagement nel building” tenuto da Mauro Bellini, Direttore Responsabile delle testate verticali e alle 14.00 “Intelligenza Artificiale e Smart Cities” con Nicoletta Boldrini, Direttore di AI4Business e ZeroUno; Nicoletta Gozo, Coordinatrice Progetto Lumière&PELL ENEA e Laura Blaso, Researcher ENEA.

Per ulteriori informazioni, potete visitare il sito ufficiale direttamente da qui.

LUMI racconta il mondo dell’integrazione e dell’IoT per gli Smart Spaces

LUMI Expo dà voce ai protagonisti della System Integration e delle tecnologie che personalizzano l’ambiente costruito (system integrator, security manager, progettisti, architetti, installatori, facility manager, energy manager, produttori di software e hardware), per interpretare gli scenari e individuare le nuove opportunità di sviluppo volte al benessere e alla sicurezza delle persone.

Tra le tematiche portanti:

  • Smart spaces e Digital Estate: la trasformazione tecnologica della filiera immobiliare
  • Smart city: il nuovo modello di economia circolare
  • L’intelligenza artificiale nella smart city
  • Sistemi di riconoscimento biometrico e privacy
  • Videosorveglianza e GDPR
  • Obiettivo edifici zero Energy per rispondere Direttiva europea sulle prestazioni energetiche degli edifici
  • Illuminazione a misura d’uomo o Human Centric Lighting
  • Li-Fi e smart lighting

Presenti alcune realtà di eccellenza territoriale come il Gruppo Hera, con le sue soluzioni smart e sostenibili per città intelligenti; AD Consulting, specializzata nella progettazione di prodotti e servizi per il monitoraggio del traffico e lo smart parking; Cineca, tra i più grandi centri di calcolo mondiali, e Green Building Council Emilia, punto di riferimento territoriale per promuovere l’edilizia sostenibile.

In programma workshop e corsi gratuiti per l’utilizzo, l’applicazione e l’integrazione di sistemi di illuminazione, multimedia, sicurezza oltre che su normative e standard. Molti corsi gratuiti offrono anche la possibilità di acquisire crediti formativi grazie al patrocinio con l’Ordine degli Ingegneri e con i Collegi dei Geometri e dei Periti Industriali.

Data driven Risk Management per gli smart building e Intelligenza artificiale per le smart city

La gestione della sicurezza di edifici e infrastrutture è sempre più correlata alla disponibilità di dati e informazioni precise sullo stato di salute degli immobili, sulle minacce vecchie e nuove a cui sono sottoposti, sulle variabili che possono incidere sul loro comportamento. Grazie anche alle soluzioni del mondo PropTech si stanno sviluppando nuove strategie e metodiche per la riduzione dei fattori di rischio e per gestire e minimizzare le conseguenze. Giovedì 21 novembre dalle 12.00 alle 13.30 Mauro Bellini approfondirà il data risk management che, supportato da Internet of Things e Big Data, rappresenta una strategia efficace di sicurezza nello scenario urbanistico attuale e un potente strumente per un Facility Management sempre più efficace.

Sempre nello stesso giorno, dalle 14.00 alle 16.00 con Nicoletta Boldrini si discuterà il ruolo dell’Intelligenza Artificiale applicata alle Smart Cities e alle innovazioni digitali in nome di città più vivibili, confortevoli e sicure. In particolare, grazie al contributo di Nicoletta Gozo, Coordinatrice Progetto Lumière&PELL ENEA e Laura Blaso, Researcher ENEA, verrà tratterà il caso del progetto ES-PA e la piattaforma PELL per il monitoraggio dei consumi.

Lumi Expo 2019 sarà occasione per l’annuale assegnazione dell’Award Ecohitech che dal 1998 valorizza best practice e casi di eccellenza tra le smart city italiane. Promosso dal Consorzio Ecoqual’It, il riconoscimento premia le aziende e gli enti pubblici che hanno raggiunto significativi risultati di sostenibilità ambientale, risparmio energetico e servizi ai cittadini attraverso l’utilizzo delle tecnologie innovative. Il premio ha ottenuto nel tempo il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, del Ministero per lo Sviluppo Economico e delle istituzioni territoriali di competenza, oltre a quello di diversi Enti e Associazioni ambientaliste.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5