Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Cybersecurity, i Cryptominer prendono di mira l’IoT

I dati del report McAfee: 480 nuove minacce la minuto nel terzo trimestre 2018. Violazioni di dati a +20% nel settore finanziario. Gli attacchi attraverso i dispositivi Internet of things crescono nello stesso periodo del +73%

19 Dic 2018

L’Internet of Things è uno dei settori che destano in maniera crescente l’attenzione dei cybercriminali. A fotografare la situazione è l’ultimo report di McAfeee sulla Cybersecurity, dal quale emerge anche che nel terzo trimestre 2018 sono state osservate 480 nuove minacce al minuto, con il settore finanziario che ha registrato un aumento del 20% delle violazioni dei dati. 

I nuovi malware progettati per colpire l’IoT sono cresciuti da ottobre a dicembre del 73%, aumentando del 203% negli ultimi quattro trimestri. Dal canto suo il malware cryptomining, sviluppato per sfruttare le falle di sicurezza nei dispositivi Internet Of Things, ha registrato un +71%. In diminuzione i nuovi malware che prendono di mira il mobile (-24%)attraverso truffe nei fake game e sulle app di incontri. Cattive notizie per il settore finanziario, dove le violazioni di dati, dovute principalmente a virus Trojan, registrano una crescita del 20%. In crescita anche i botnet utilizzati per estorsioni, che minacciano di rivale le abitudini di navigazione degli utenti, e la nuova generazione di ransonware, a +10%. 

“I criminali informatici sono ansiosi di attaccare i punti di vulnerabilità sia nuovi che esistenti, e il numero di servizi ora disponibili sui mercati clandestini ha aumentato notevolmente la loro efficacia – spiega Christiaan Beek, lead scientist di McAfee I criminali informatici forti dei successi che continuano ad ottenere con attacchi che prevedono il pagamento di riscatti, o con semplici attacchi come nei casi delle campagne di phishing, continueranno ad usare queste tecniche. Seguendo le tendenze emergenti nei mercati clandestini e nei forum nascosti i responsabili della sicurezza informatica sapranno come continuare a difendersi dagli attacchi attuali e rimarranno un passo avanti nei confronti di quelli futuri”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5